ello-social-netwrok

Ello è un social network che promette di non vendere i dati degli utenti e di non incorporare la pubblicità nel proprio sito. Il motto sembra quasi dire, il potere è tornato agli utenti, noi non ti trattiamo come un prodotto, noi non ti vendiamo, non ti inganniamo, non ti manipoliamo e non ti obblighiamo.

Facebook, Google e Tumblr, non sono social network, ma piattaforme per la pubblicità.

Si diventa vincenti quando il marchio diventa un verbo:

esiste un solo motore di ricerca, un solo sito web di aste, e una sola enciclopedia … e un solo social network.

optimizedDal momento in cui Facebook a letteralmente spazzato via dal web Bebo e MySpace, non ha avuto più concorrenti diretti, solo Twitter è riuscito ad imporsi grazie a un modello leggermente diverso, e pochi hanno sfidato da allora Mark Zuckerberg.

Ma oggi, ci prova Ello, e il suo biglietto da visita è, siamo semplicemente l’ anti-Facebook. Ello è un social network semplice, bello e senza pubblicità, recita il suo manifesto. Ello non vende annunci. Ello non vende i tuoi dati a terzi. Nato dall’idea del fondatore Paul Budnitz, ha visto migrare numerosi utenti da Facebook alla sua piattaforma, fino ad arrivare a 35.000 iscrizioni.

Facebook ha speso miliardi e miliardi di dollari per aggiungere più user-friendly possibili, ed è difficile vedere come un nuovo sito sia in grado di raggiungere tali livelli, anche con le migliori intenzioni etiche, ma Ello ha nuove potenzialità, ed ha ottenuto 3,4 milioni di € nel mese di agosto (2014), ed è diventato una Public Benefit Corporation, confermando quella che è la sua politica di new social:

“non vendere i dati degli utenti, e non incorporare la pubblicità nel proprio sito, anche se in futuro sarà ceduta”

Ello prevede di ottenere introiti solo attraverso l’introduzione di micro pagamenti per le funzionalità aggiuntive.

Ello è un investimento di lungo periodo, anche se alcuni esperti hanno sostenuto che le persone non sono disposte a pagare per utilizzare le piattaforme di social media.

Vediamo Ello da vicino:

GRAFICA: la parola giusta è semplice, partendo dal Logo, uno smile su sfondo nero, senza occhi o naso, e con un sorriso stilizzato.

SITO: è un misto tra Google+ e Tumblr, con un’esperienza più verso le foto che al testo.

PROVENIENZA DELLA FOTO: una funzione che indica chi ha creato una foto, o un’immagine, così è possibile certificare i lavori.

Il Sito è stato aperto a Marzo 2014, prima ha esordito in forma ristretta su un centinaio di amici, ora registra quattromila nuove richieste d’accesso ogni ora.

Da dove nasce il Boom di Ello?

ma è ovvio, le persone sono stanche di essere usate come un prodotto, e poi, eventi come la chiusura di profili per la policy che impone Facebook (l’uso del nome reale) ha fatto il resto. Con Ello puoi navigare e iscriverti in forma anonima, basta rispettare le regole del sito.

Attenzione a questa ricerca

Secondo l’Università di Princeton, Zuckerberg perderà l’80% dei suoi utenti entro tre anni.

La nostra recensione

Ho passato la maggior parte della scorsa settimana cercando di farmi un’idea, però, la mia esperienza è stata deludente. Il design del sito è troppo semplice con i colori prevalenti in bianco e nero, sembra un un elegante Twitter, facile da navigare.

Vorrei un’alternativa valida alla politica di Facebook, ma è difficile vedere Ello come suo valido successore, una cosa è sicura, ci aspettiamo grandi cambiamenti dal mondo dei social, e soprattutto novità nel rispetto dell’utente.

Auguri Ello, non sarai il successore di Facebook, ma comunque un’alternativa.